Piccolo viaggio nella Massoterapia: tecniche distintive, benefici, funzioni specifiche, eventuali controindicazioni

Con Massoterapia si intende una medicina manuale; preventiva e riabilitativa delle disfunzioni dell'organismo, si effettua con un sapiente uso delle mani e l'ausilio di oli base ed oli essenziali e creme, tramite pressioni, pompages, impastamenti e manipolazioni, tese a riattivare e migliorare le funzioni della circolazione sanguigna e linfatica, delle articolazioni, dei tessuti e della muscolatura.

Effetti generali: sono legati a fenomeni, meccanici, riflessi chimici e psicologici, che prendono avvio dai tessuti, dalle terminazioni nervose per poi agire con effetti benefici sul tono muscolare, l'apparato scheletrico e sull'attività dei visceri toraco/addominali.

La Massoterapia ha una larga tipologia di applicazione: è importante a livello terapeutico, ma anche nell'eliminazione della fatica, per aumentare la capacità di recupero e di lavoro sia nelle persone anziane, atleti, bambini, adulti, migliorando lo stato generale della salute con conseguente rilassamento generale, tono e riduzione della rigidità muscolare, aumento dell'elasticità e scioltezza delle articolazioni, attenuazione del dolore, stimolazione della circolazione vascolare e linfatica. Ossigenazione dei tessuti, eliminazione di tossine (acido urico), stimolo del sistema nervoso, riduzione dello stress e dell'ansia.

Il Trattamento Massoterapico è consigliato per chi ha la pressione alta.
Alcuni studi hanno dimostrato che un programma a lungo termine di massoterapia costante può ridurre sia la pressione sistolica, che quella diastolica. Continua a leggere su Green Planner Magazine: Metodi alternativi alla medicina tradizionale: la terapia del massaggio https://www.greenplanner.it/2018/05/03/terapia-del-massaggio/ perchè favorisce il il ricambio di ossigeno a livello dei tessuti, senza però aumentare il carico a livello cardiovascolare.

Gli effetti sono a livello biologico psicologico e fisiologico.

Agisce stimolando il rilascio di endorfine.
È provato da uno studio del Prof.Justin Crane, (della Mc Master University) che la massoterapia è un potenziale aiuto nelle patologie da infiammazione cronica, dopo dicei minuti di massoterapia l'infiammazione diminuisce.

Le controindicazioni e le precauzioni d'utilizzo della massoterapia: è un trattamento considerato sicuro a tutte le età, è sconsigliato a chi sta attraversando la fase acuta di una malattia o presenta particolari patologie croniche.
Non si effettua in presenza di malattie virali e contagiose, dermatiti, eruzioni cutanee, malattie infettive della pelle, ferite aperte, stati febbrili.

È bene informare il terapista nei seguenti casi: se si è stati colpiti da aneurisma, attacco cardiaco, ictus, embolia o esaurimento nervoso.

  • Se si soffre di edemi, vene varicose, ernie, paralisi, cisti, diverticoliti, emofilia, artriti, artrosi, borsiti, sinoviti, arteriosclerosi, osteoporosi;
  • Se si avvertono sensazioni di torpore o formicolio in qualsiasi parte del corpo;
  • Se si è sottoposti a terapie cardiologiche, oncologiche o contro l'ipertensione;
  • Se si è in stato di gravidanza, o si sospetta di esserlo.